Appello in occasione dell’udienza generale

Rivolgendosi dopo la sua catechesi alle migliaia di fedeli e pellegrini presenti questo mercoledì mattina nell’Aula Paolo VI, il Papa ha espresso il proprio dolore per la devastazione provocata dal sisma che ha colpito domenica la Turchia.

“In questo momento, il pensiero va alle popolazioni della Turchia duramente colpite dal terremoto, che ha causato gravi perdite di vite umane, numerosi dispersi e ingenti danni”, ha affermato Benedetto XVI prima di salutare i presenti in varie lingue.

“Vi invito ad unirvi a me nella preghiera per coloro che hanno perso la vita e ad essere spiritualmente vicini a tante persone così duramente provate”, ha esortato.

“L’Altissimo dia sostegno a tutti coloro che sono impegnati nell’opera di soccorso”.

Il sisma ha provocato più di 400 morti e oltre 1.000 feriti, ma le operazioni di recupero non sono ancora terminate e ci sono persone che mancano all’appello.