Redazione SME

È ritornata nella sua casa l’Icona della Madonna dell’Elemosina, di ritorno dal pellegrinaggio a Roma per le celebrazioni giubilari e di canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta, nell’ambito delle quali è stata esposta in piazza San Pietro dal 3 al 5 settembre scorso, ricevendo l’omaggio di Papa Francesco e, in visita privata, la preghiera del Papa emerito Benedetto XVI.

IMG_4918
Ad accoglierla domenica 11 settembre a Biancavilla un clima di festa, come quando i figli riabbracciano la Madre che non vedono da un po’ di tempo.
L’Icona è arrivata in città scortata da un’auto dei Carabinieri a sirene spiegate e da agenti di Polizia Municipale.

IMG_4925
Ad attenderla, sul sagrato della Chiesa del Rosario, fedeli biancavillesi, i devoti dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”, la Civica Amministrazione  e due carabinieri in grand’uniforme.

IMG_4930

Dopo un breve rito di accoglienza, l’Icona è stata accompagnata in processione all’interno della Basilica Santuario, l’edificio che la custodisce da secoli, gremita di fedeli per l’occasione.

IMG_4968

Al canto dell’inno popolare la Madonna è stata collocata sull’altare maggiore tra le icone degli angeli e dei santi Martiri, riprendendo il suo posto nel cuore della città di Biancavilla e nel cuore dei fedeli.

IMG_4983
“E’ molto forte in tutti noi – afferma il Prevosto Salerno – il ricordo dei giorni romani in cui abbiamo potuto vedere la nostra amata icona esposta alla venerazione di tutto il mondo. È stata una gioia spirituale grandissima vedere la nostra icona, simbolo della nostra comunità ecclesiale e civile, ammirata, pregata e venerata da fedeli di tutto il mondo. Dopo questi fatti, possiamo dire di essere orgogliosi della nostra città e della nostra Sicilia, che riesce a far parlare anche dei suoi tesori di bellezza e di fede che custodisce da secoli”.

IMG_5069_
Al termine della Celebrazione eucaristica in ringraziamento per lo storico pellegrinaggio a Roma dell’Icona, si è svolto un concerto per organo tenuto dal famoso Maestro Gianfranco Moraschini, organista e compositore bergamasco.

IMG_5082
Sull’organo Serassi della Matrice di Biancavilla, Moraschini ha proposto un vasto repertorio di grandi autori di musica classica: da Bach a Franck, con un omaggio a Bellini.
“Sono lieto di essere qui – ha detto Moraschini – in una comunità tanto vivace che ha fatto parlare di sé per il suo patrimonio artistico e culturale. Partecipo a questa vostra gioia con il mio personale contributo musicale, sapendo che le emozioni più grandi non si possono esprimere a parole, ma possono essere adeguatamente manifestate dalla musica. Ringrazio anche l’amico Francesco Piccione, che ha voluto questo incontro”.

IMG_5112