Gran Concerto di Natale ieri sera nella Basilica Santuario di Biancavilla. Un grande evento musicale che ha visto protagonisti i piccoli cantori di 3 corali di voci bianche, per la prima volta in rassegna, più i talentuosi e virtuosi adolescenti del coro “Anthea Juvenes” di Augusta, diretti da Martina Di Gaetano, che hanno aperto e chiuso il programma musicale, con un repertorio che ha spaziato dai classici di Natale, al gospel, passando per melodie di tradizione ebraica, inglese e sudamericana.

Alla rassegna di cori di voci bianche hanno preso parte le corali “In canto” di Scordia, diretta da Alessandra Lussi, “Angeli a San Biagio” di Paternò, diretta da Barbara Rizzo, “San Giovanni Bosco” del I Circolo didattico di Biancavilla, diretta da Graziella Neri. Tre cori con un lunga storia di cura e accompagnamento musicale per bambini tra i 5 e i 12 anni.

Ciascuna corale ha offerto il suo personale ed originale contributo alla serata, con un repertorio specifico, interventi solisti e arrangiamenti peculiari, inneggiando alla pace, all’amore e alla fratellanza universale, insieme alle più dolci Ninne nanne a Gesù bambino e ad alcune Ave Maria alla Madonna.

Il concerto ha riscosso grande successo di pubblico che ha apprezzato la varietà musicale e la qualità artistica delle varie formazioni. Alcuni spettatori, giunti dai comuni di Augusta, Scordia e Paternò, al seguito dei coristi, hanno apprezzato particolarmente la Basilica Santuario, dove non erano mai stati.  

In chiusura di serata tutti i coristi insieme si sono esibiti in due brani classici di Natale, Tu scendi dalle stelle e Gloria in excelsis Deo, cantando all’unisono con il pubblico, che è diventato un tutt’uno con il grande coro di piccoli.

La serata è stata presentata da Giuseppe Sant’Elena, Responsabile dell’Oratorio “Pino Puglisi” della Matrice di Biancavilla, con la direzione artistica di Alessandro Scaccianoce.

“Un modo unico per celebrare il mistero del Natale, con lo stupore e la meraviglia dei piccoli. Abbiamo promosso diverse iniziative musicali negli anni scorsi. Tuttavia riteniamo che i bambini, più e meglio di altri, possono dare voce al canto degli angeli che annunciano ai pastori di Betlemme la nascita di gesù, e fanno riecheggiare ancora oggi per noi la notizia di Dio che si fa bambino” – ha detto Scaccianoce.

“L’impegno di questi ragazzi – ha commentato Sant’Elena – ci testimonia la verità della parabola dei talenti. Questi ragazzi hanno scelto di mettere a frutto il loro talento. Sono un esempio per noi grandi, perché ci impegniamo a dare il nostro contributo a servizio della società in cui viviamo”.

L’iniziativa è stata patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Biancavilla, che ha riconosciuto il progetto significativo e culturalmente qualificato rispetto alle proposte del Natale giunte dalla società civile e dal mondo del volontariato.

 

 

 

Commenti

commenti