Ieri, sabato 6 gennaio, Epifanìa del Signore, un nutrito gruppo di fedeli appartenenti all’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” di Biancavilla, ha vissuto una bella ed emozionante giornata di fraternità a Ragusa e Giarratana.
I soci sono partiti in mattinata da piazza Roma, davanti alla Basilica Santuario di S. Maria dell’Elemosina, con pullman turistico. Il viaggio è stato animato da preghiere e canti religiosi.

La prima tappa della giornata è stata Ibla, la storica e barocca borgata della città di Ragusa. Nel bellissimo borgo ibleo, i soci hanno visitato per primo, lungo il corso principale, il portico medievale di S. Giorgio e l’antica chiesa claustrale di S. Giuseppe. Passeggiando per Ibla, i gitanti hanno potuto ammirare anche i vicoli e i caratteristici palazzetti addobbati a tema natalizio.
La visita nel centro barocco è stata molto apprezzata in special modo da quelle persone che, da molti anni non mettevano piede in questo caratteristico quartiere, location sempre più ambita per importanti produzioni cinematografiche.

Dopo la passeggiata mattutina, alle ore 11,00, presso il Duomo di S. Giorgio, hanno assistito alla S. Messa, celebrata dal parroco del luogo don Pietro Floridia che ha pronunziato parole di benvenuto e accoglienza per il gruppo biancavillese. Dopo l’Eucarestia, è stato offerto ai fedeli presenti in chiesa e ai turisti, il canto della tradizionale Novena, con le melodie tipiche biancavillesi, suscitando nei presenti apprezzamento e interesse.

Terminata la Celebrazione eucaristica, il gruppo di Soci si è spostato in pullman a Ragusa superiore, dove è stato ospitato, con calorosa accoglienza, dai Padri Salesiani dell’Istituto “Gesù adolescente”, per condividere fraternamente l’agape.

Dopo la consumazione del pasto, si è ripreso il pullman. Gli associati si sono quindi diretti a Giarratana per ammirare il presepe vivente, motivo principale per il quale è stato programmato il viaggio. Dopo un pò di tempo trascorso in fila per entrare, data la massiccia affluenza di persone, si è finalmente potuta ammirare la 27ma edizione del Presepe Vivente, realizzato nel quartiere “Cozzo” e più volte premiato come migliore in Italia. Molto bello e dettagliato l’allestimento; curato dagli organizzatori con dovizia di particolari.

Alla fine di questa bella ed emozionante giornata, si è ripreso il pullman per far ritorno a casa, felici e soddisfatti di quanto visto e sperimentato insieme, fraternamente.

Commenti

commenti