Il Pontefice che nel 1970 con bolla “In Sanctissimam Christi Matrem”, elevò il Santuario della Madonna dell’Elemosina di Biancavilla a “Basilica Minore Pontificia”, sarà presto canonizzato. La notizia è stata ufficializzata oggi con la promulgazione dei decreti di canonizzazione da parte del Dicastero per le Cause dei Santi.

La celebrazione liturgica, con molta probabilità, avrà luogo a ottobre, alla fine del Sinodo sui Giovani (dal 3 al 28). Il miracolo riconosciuto oggi da Papa Francesco, attribuito al Pontefice bresciano riguarda una bambina nata in condizioni drammatiche al termine di una gravidanza di 26 settimane il 25 dicembre del 2014.

Intanto, nella Basilica Santuario di Biancavilla, è stata ultimata la teca che raccoglie i doni papali di cui la comunità biancavillese è stata beneficiata. Si tratta della rosa (oggi essiccata) che papa Francesco ha offerto alla Madonna dell’Elemosina, durante la sua esposizione straordinaria in piazza San Pietro in Vaticano il 3 settembre 2016 e la “Casula”, indossata dallo stesso pontefice nel suo viaggio apostolico a Cuba.

La teca, con altri cimeli papali ed immagini, è stata allestita nella monumentale Sacrestia, accanto alla bacheca che custodisce lo zucchetto e la stola pastorale del Santo Padre Benedetto XVI, donati il 19 ottobre 2015.

 

 

Commenti

commenti