In queste ore stanno arrivando molti messaggi di solidarietà alla Comunità del Santuario di Biancavilla.

Dopo il sisma del 6 ottobre scorso, sono stati diversi i messaggi di affetto, vicinanza e solidarietà che molte persone ed istituzioni ecclesiali hanno fatto pervenire alla Comunità parrocchiale del Santuario. In primo luogo l’Arcivescovo di Catania, Monsignor Salvatore Gristina, che ha sentito personalmente il Prevosto Salerno. Ieri il Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Catania, Monsignor Salvatore Genchi, in occasione della sua presenza a Biancavilla per accompagnare l’ingresso di Don Ambrogio Monforte nella Parrocchia “S. Cuore”, ha incontrato Don Agrippino e ha realizzato un sopralluogo all’interno della Basilica per constatare la situazione.

Anche l’Arcivescovo emerito Luigi Bommarito si è reso presente, attraverso una telefonata in cui ha detto: “Vi sono molto vicino e prego per voi; la Madonna dell’Elemosina vi benedica e vi custodisca sempre!”.

Molti anche gli amici e le realtà ecclesiali e civili che negli anni hanno intrattenuto rapporti di collaborazione con l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” che in questi giorni hanno espresso solidarietà e vicinanza. Ringraziamo anche per la preghiera che altre comunità cristiane elevano al Signore per noi. Ieri a Catania le Suore Figlie di Maria Ausiliatrice, riunite nella casa ispettoriale; come anche nella città di San Cataldo (CL), di cui riportiamo di seguito il messaggio:

La Madonna dell’Elemosina esposta nella chiesa di Sant’Anna in San Cataldo (CL).

Dopo la triste notizia che ha  colpito la comunità Biancavillese, mi sento di esprimere a nome dell’intera comunità di Pizzo a Carano Sant’Anna la mia vicinanza. La carezza di Maria possa farvi sentire l’abbraccio della gente di Sant’Anna, che proprio qualche settimana fa ha voluto aprire l’anno sociale affidandosi alla Vergine della tenerezza. In questa circostanza la icona in legno che il carissimo presidente Giuseppe Santangelo con Don Agrippino Salerno ci ha fatto dono, sarà esposta nella chiesa di Sant’Anna per tutto il mese di ottobre per poi essere collocata definitivamente in una nicchia della chiesa. Nel mio cuore sento le vostra angoscia, le vostre preoccupazioni. Vi assicuro la mia preghiera fraterna, mentre con tutto il cuore invochiamo l’intercessione della Vergine dell’Elemosina affinché possa custodirvi nella sua mano. Con gratitudine al Signore per la vista sincera amicizia. Con affetto, Vincenzo Siracusa, Presidente della Comunità di Sant’Anna.

Commenti

commenti