Due giovani devoti della Madonna dell’Elemosina saranno ordinati il 17 maggio prossimo
– Sabato 18 la prima Messa a Biancavilla di Don Giosuè Messina
– Domenica 19 la prima Messa a Nicolosi di Don Gabriele Serafica

Tra i prossimi giovani diaconi dell’arcidiocesi di Catania che venerdì 17 maggio 2019 saranno ordinati presbiteri nella Cattedrale di Catania, come annunciato dall’Arcivescovo mons. Gristina, ci sono Giosuè Messina, 26 anni originario della parrocchia S. Maria dell’Elemosina di Biancavilla, e Gabriele Serafica, 27 anni, della parrocchia Spirito Santo di Nicolosi.
Entrambi fanno parte da diversi anni dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”, avendo scelto di affidare il loro cammino vocazionale alla Vergine Maria, Madre della Misericordia, venerata a Biancavilla col titolo di Madre dell’Elemosina.

Giosuè Messina celebrerà la sua prima Messa sabato 18 maggio nella chiesa dell’Annunziata, data la temporanea chiusura della Basilica Santuario per inagibilità, in seguito al terremoto dell’ottobre 2018.




La comunità di Biancavilla accoglierà il novello sacerdote alle 18.30 sul sagrato della chiesa del Rosario. Da lì si snoderà un corteo fino alla chiesa dell’Annunziata dove alle 19 don Giosuè presiederà la sua prima Messa. Per l’occasione, verrà traslata all’Annunziata l’Icona della Vergine dell’Elemosina che sarà esposta solennemente sull’altare maggiore della chiesa, sotto il settecentesco affresco dell’Annunciazione del Tamo.
Don Gabriele Serafica celebrerà la sua prima Eucaristia domenica 19 maggio alle 19 nella chiesa madre di Nicolosi.




Mentre accompagniamo con la preghiera i passi di questi giovani verso la piena conformazione a Gesù sacerdote, ringraziamo il Signore per il dono di nuove vocazioni alla sua Chiesa, particolarmente in questi tempi difficili in cui la fede cristiana diviene spesso “segno di contraddizione” rispetto allo spirito del mondo che vorrebbe soffocare l’anelito religioso del cuore umano o in cui la fede stessa è minacciata, fino alla persecuzione e alla morte.
Maria, Madre della Chiesa, interceda per noi.

Commenti

commenti