LA CASA DI DIO E DELLA CHIESA

A Biancavilla, inaugurata e “dedicata” oggi, con solenne liturgia la nuova chiesa parrocchiale del SS. Salvatore.


Ad officiare il singolare rito, l’Arcivescovo di Catania, Mons. Salvatore Gristina.
Nel “vestibolo”, collocata una riproduzione dell’Icona della Madonna dell’Elemosina-Madre di Misericordia, protettrice di Biancavilla, donata per l’occasione alla Parrocchia dall’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” e accolta dal Parroco, don Salvatore Verzì, con immensa gioia.

La Parrocchia del SS. Salvatore, eretta nella zona periferica di “Spartiviale” nel febbraio del 1970 per la lungimiranza e la tenacia del compianto sacerdote Placido Brancato, fu presto affidata alle amorevoli cure pastorali di don Salvatore Castellano.

Alla sua morte, gli successe il Sac. Alfio Sarvà, che avvió le prime pratiche per l’individuazione del terreno per la costruzione della chiesa.

Nell’ultimo ventennio vi è parroco don Verzì che, finalmente, grazie alla sua caparbietà, assieme alla sua vivace Comunità ecclesiale, può gioire del dono della Chiesa-edificio, iniziato materialmente il 28 aprile del 2018 con la posa della prima pietra.


Oggi, appunto, il rito di Dedicazione, per innalzare alla bontà di Dio tre volte santo la preghiera della Chiesa “pellegrina sulla terra”, affinché, l’edificio dedicato al suo salvifico nome, sia anche per l’intercessione della beata vergine Maria, casa di salvezza e di grazia, il Popolo cristiano si raduni con gioia, adori Dio in spirito e verità e si edifichi nel suo amore nella carità.

Al parroco e ai fedeli tutti, gli auguri da parte dell’Associazione mariana Biancavillese.

L’IMMAGINE DELLA MADONNA DELL’ELEMOSINA APPRODATA IN INDIA

É arrivata quest’oggi in India l’immagine della Madre della Misericordia, una fedele riproduzione stampata su tela dalle stesse dimensioni dell’originale bizantina venerata nella Basilica Santuario di Biancavilla.
Sarà così presto in mezzo alle popolazioni cattoliche della parte meridionale del Paese, nello stato del Kerala, precisamente nella zona dei distretti di Kannur e Kasaragod nel nord della provincia indiana.
L’icona richiesta dai padri missionari, è stata benedetta lo scorso 8 maggio nel Santuario di Biancavilla, per poi essere inviata con posta prioritaria assicurata, a cura dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”.

Ci piace condividere la traduzione della mail della Comunità dei Missionari all’arrivo dell’immagine:

“Cari fratelli di Biancavilla, grandi notizie!
Oggi abbiamo ricevuto l’immagine della Madonna dell’Elemosina tramite l’ufficio postale. Dobbiamo dire che l’imballaggio era molto buono e abbiamo ricevuto la tela senza danni.
Abbiamo anche ricevuto le immagini più piccole e le immagini di medie dimensioni.
Vi ringraziamo molto per il vostro gentile aiuto per l’invio dell’immagine di Nostra Signora.
È fonte di grande gioia!
L’immagine è troppo preziosa per noi.
Grazie ancora per il vostro gentile aiuto e anche un ringraziamento speciale al Padre Rettore del Santuario e a tutte le persone della vostra équipe mariana.
Dal momento che qui, in India, stiamo attraversando il blocco e la maggior parte delle chiese, negozi e altri servizi sono chiusi, ci vorrà ancora del tempo prima dell’inizio della ripresa delle Missioni; ricominceremo solo quando l’immagine sarà pronta su supporto rigido e soprattutto quando la situazione Covid nel nostro distretto sarà sotto controllo.
Uniti sempre nella preghiera.
Fratello Gary”.




LA “NOTTE DEI SANTUARI”. LA “PORTA DELLA SPERANZA” SARÀ APERTA NEL SANTUARIO MARIANO DI BIANCAVILLA.

  • Dal 19 giugno al 17 settembre: Tre mesi di Indulgenza plenaria.
  • Ascolto intenso della Parola di Dio, con fiducia e speranza.
  • Eventi di spiritualità, carità e cultura che culmineranno con “La Grande Festa Estiva” in onore della Madonna dell’Elemosina, a fine agosto.

Verrà aperta sabato 19 giugno, alle ore 19,00 presso la Basilica Collegiata Santuario di S. Maria dell’Elemosina in Biancavilla, la Porta della Speranza, che consentirà a tutti i fedeli e pellegrini che la varcheranno, sino al 17 settembre 2021, di poter lucrare l’Indulgenza Plenaria.
La porta interessata sarà quella laterale che immette nella “navata della Madonna dell’Elemosina”.
Lo speciale privilegio è stato concesso, dalla Penitenzieria Apostolica, al Santuario mariano di Biancavilla, assieme a molti altri santuari italiani, che hanno aderito all’evento della “Notte dei Santuari”, promosso dallo specifico Ufficio della Conferenza Episcopale Italiana.
I fedeli, dato lo speciale privilegio concesso, sono dunque invitati a disporsi con animo grato a Dio per il dono dell’Indulgenza. Dono che vuole infondere fiducia, avviare un cammino di conversione e riconciliazione e costruire un mondo basato sulla Speranza, sulla pace, sulla comunione e sull’amore fraterno, doni dello Spirito per vivere, sull’esempio luminoso di Maria Santissima, una vita di umanità, di religiosità e santità.
L’evento della Notte dei Santuari, ben riuscito nel giugno del 2019, è stato dunque riproposto, per riavviare le attività pastorali e cultuali che molto spesso si sono fermate a causa della pandemia. Il progetto, come indica l’Ufficio CEI dedicato a tempo libero, pellegrinaggi e turismo, vuole essere l’inizio di una ripartenza, dopo gli eventi dolorosi e difficili vissuti nei mesi scorsi. L’evento vuole, appunto, alimentare la speranza, la gioia e a fare tesoro di quanto imparato nel tempo della Pandemia, ancora non del tutto finita.
L’iniziativa, a livello nazionale, è già partita ieri, 1 giugno, ma la realtà di Biancavillese, per diverse ragioni pastorali, ha dovuto posticipare il suo inizio.
L’evento, infine, inserito negli appuntamenti nazionali di “Ora viene il bello”, vede anche uniti i santuari, enti ecclesiali ed associazioni, per pregare, infondere speranza e a vivere un momento di intesa e fiduciosa comunione spirituale.
L’evento Biancavillese trova anche ampissimo riscontro nelle ultime news del “Collegamento Nazionale Santuari” d’Italia.

Traduci

Archivio

Adsense