|FOTO e VIDEO| Pentecoste dei Giovani a Biancavilla











































GIOVANI CON MARIA PER IL DONO DELLO SPIRITO


A Biancavilla il raduno giovanile diocesano di Pentecoste.

di Irene Nicolosi

Domenica 9 giugno prossimo, Biancavilla accoglierà la XXXI edizione della “Pentecoste diocesana dei Giovani”. Un evento che da anni coinvolge centinaia di giovani appartenenti non solo ai gruppi parrocchiali, bensì anche ad altre realtà presenti sul territorio catanese.




La giornata dal titolo “Questo è il mio viaggio”, tratto dalla canzone famosissima dei The Sun “onda perfetta”, accostata al vangelo di Luca (24, 13-35), vuole essere un mezzo attraverso il quale il giovane si mette in cammino, riscoprendo se stesso, e prendendo coscienza che in questo cammino, chiamato “vita”, non è da solo. I giovani provenienti dai vari comuni della diocesi etnea faranno un percorso per tappa; ci saranno due segreterie poste agli ingressi principali di Biancavilla, una lato Villa delle Favare, l ‘altra in piazza Sgriccio, dove i responsabili delle varie realtà ecclesiali registreranno il proprio gruppo.

Dopo aver espletato questo compito, i ragazzi inizieranno a percorrere la via Vittorio Emanuele, il corso principale, dove si imbatteranno in 3 stands: “Camminava con loro”, “Si aprirono loro gli occhi”, “Partirono senza indugio”. All’interno degli stands si svolgeranno delle attività curate e realizzate, da alcune realtà del XIII Vicariato (Azione Cattolica, Gi.fra, Scout, Oratori, FMA, Confraternite, comunità catecumenali…). I due cammini, rispettivamente “Villa Favare” e “Sgriccio”, confluiranno in piazza Roma dove avrà inizio la festa dei giovani che saranno accolti dall’animazione del CGS-life. Piazza Collegiata sarà invece adibita a luogo di confessione e riconciliazione, mentre presso la chiesa del Purgatorio sarà possibile accostarsi all’Adorazione eucaristica personale.




Tre i momenti clou previsti: “La delusione” a cura dell’MGS, “Camminava con loro” a cura di CL, Testimonianze a cura dei giovani di “nuovi orizzonti”. Tramite la danza e le voci dei DB friends ci si metterà poi in atteggiamento di riflessione e ci si preparerà al momento conclusivo e apicale della giornata, “Resta con Noi”, ovvero la Santa Messa celebrata dall’arcivescovo Salvatore Gristina.

Come nel giorno di Pentecoste, a pregare con i giovani in piazza Roma, ci sarà la Madre di Gesù. Per l’occasione infatti verrà esposta in piazza l’Icona della Madonna dell’Elemosina, così come già altre volte avvenuto in passato per raduni diocesani di pastorale giovanile tenutisi a Biancavilla.




A recare l’Icona, durante la processione liturgica introitale della Messa saranno quattro giovani in rappresentanza delle zone pastorali dell’Arcidiocesi (Città di Catania, zona “Circum”, zona “Bosco”). Al termine della Celebrazione eucaristica sarà dato il mandato a 6 giovani che partiranno in missione. L’augurio che la Vergine Maria doni alla Chiesa una rinnovata effusione dello Spirito Santo, perché i giovani e tutti i fedeli trovino la forza e il coraggio dell’annuncio evangelico.

 

 

DOMENICA 23 GIUGNO IL CORPUS DOMINI CITTADINO A BIANCAVILLA

Concelebrazione Eucaristica, quest’anno, nella piazza del Convento francescano.
A seguire, la processione eucaristica per il corso principale.

L’annuncio da parte della Comunità ecclesiale locale, nel giorno di San Pasquale Baylon, grande innamorato della SS. Eucarestia. 

La Celebrazione cittadina della solennità del Corpo e del Sangue di Gesù si svolgerà quest’anno in largo San Francesco, nello spazio antistante la chiesa del Convento dei frati minori. Lì domenica 23 giugno si daranno appuntamento alle ore 19 tutte le aggregazioni e le realtà ecclesiali di Biancavilla, per la Santa Messa.

A seguire si svolgerà la solenne processione eucaristica che, lungo via Vittorio Emanuele, si concluderà sul Sagrato della Basilica Santuario di S. Maria dell’Elemosina, chiesa madre della città.

Sarà ancora una volta una grande testimonianza di fede nella presenza di Gesù Signore nel segno sacramentale del pane, il tesoro più prezioso della Chiesa, poiché contiene il suo corpo, il suo sangue la sua anima e la sua divinità. Un mistero enorme, che da secoli affascina tutti i fedeli, che è stato confermato anche da numerosi segni e prodigi soprannaturali.

NOVELLI SACERDOTI SOTTO LA PROTEZIONE DELLA VERGINE DELL’ELEMOSINA

Due giovani devoti della Madonna dell’Elemosina saranno ordinati il 17 maggio prossimo
– Sabato 18 la prima Messa a Biancavilla di Don Giosuè Messina
– Domenica 19 la prima Messa a Nicolosi di Don Gabriele Serafica

Tra i prossimi giovani diaconi dell’arcidiocesi di Catania che venerdì 17 maggio 2019 saranno ordinati presbiteri nella Cattedrale di Catania, come annunciato dall’Arcivescovo mons. Gristina, ci sono Giosuè Messina, 26 anni originario della parrocchia S. Maria dell’Elemosina di Biancavilla, e Gabriele Serafica, 27 anni, della parrocchia Spirito Santo di Nicolosi.
Entrambi fanno parte da diversi anni dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”, avendo scelto di affidare il loro cammino vocazionale alla Vergine Maria, Madre della Misericordia, venerata a Biancavilla col titolo di Madre dell’Elemosina.

Giosuè Messina celebrerà la sua prima Messa sabato 18 maggio nella chiesa dell’Annunziata, data la temporanea chiusura della Basilica Santuario per inagibilità, in seguito al terremoto dell’ottobre 2018.




La comunità di Biancavilla accoglierà il novello sacerdote alle 18.30 sul sagrato della chiesa del Rosario. Da lì si snoderà un corteo fino alla chiesa dell’Annunziata dove alle 19 don Giosuè presiederà la sua prima Messa. Per l’occasione, verrà traslata all’Annunziata l’Icona della Vergine dell’Elemosina che sarà esposta solennemente sull’altare maggiore della chiesa, sotto il settecentesco affresco dell’Annunciazione del Tamo.
Don Gabriele Serafica celebrerà la sua prima Eucaristia domenica 19 maggio alle 19 nella chiesa madre di Nicolosi.




Mentre accompagniamo con la preghiera i passi di questi giovani verso la piena conformazione a Gesù sacerdote, ringraziamo il Signore per il dono di nuove vocazioni alla sua Chiesa, particolarmente in questi tempi difficili in cui la fede cristiana diviene spesso “segno di contraddizione” rispetto allo spirito del mondo che vorrebbe soffocare l’anelito religioso del cuore umano o in cui la fede stessa è minacciata, fino alla persecuzione e alla morte.
Maria, Madre della Chiesa, interceda per noi.

L’AMORE FINO ALLA FINE. La Via Crucis vivente

Domenica 14 aprile per le strade del centro storico di Biancavilla si è svolta la 25esima edizione della Sacra Rappresentazione che mette in scena le ultime ore di Gesù, dall’ultima cena, con il rito della lavanda dei piedi e la consegna del Sacramento dell’Eucaristia, che nel pane e nel vino ripresenta l’offerta d’amore di Gesù sulla croce, fino all’ultimo respiro sul Calvario.

Anche quest’anno la manifestazione è  stata promossa dalla famiglia francescana di Biancavilla, con Dino Costa nel ruolo di Gesù. Oltre un centinaio i figuranti coinvolti nella Sacra Rappresentazione.

A concludere la Via Crucis la scena della risurrezione, per annunciare ancora una volta che Gesù ha sconfitto per sempre la morte, è  vivo ed è il fondamento della fede dei cristiani che da duemila anni lo riconoscono come Signore e Salvatore.

Questa drammatizzazione, tanto sentita e partecipata, apre ormai come da tradizione i riti e le manifestazioni popolari della Settimana Santa di Biancavilla.

Nella Gallery i momenti più belli della Via Crucis vivente.

“La santità anche per te”

Questo pomeriggio a Biancavilla, il salesiano don Pascual Chávez per parlare della santità, possibile a tutti gli uomini di buona volontà.

Oggi la visita a Biancavilla di Don Pascual Chávez SDB, che alle ore 18.30 al Teatro “La Fenice” parlerà della santità, come proposta di vita cristiana, a partire dalla lettera di Papa Francesco “Gaudete et Exultate”. L’incontro è promosso dalla Comunità ecclesiale di Biancavilla e sostenuto da alcune aggregazioni laicali presenti nel territorio, tra le quali, l’Associazione “Maria SS. del’Elemosina”.




Don Chavez, che vive ordinariamente a Roma, pur essendo un “predicatore” itinerante nel mondo, è arrivato stamattina in Sicilia. Ad accoglierlo, il Vicario foraneo Don Giovambattista Zappalà e alcuni esponenti delle aggregazioni ecclesiali di Biancavilla. Tra questi, il Presidente dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”, Giuseppina Ingrassina che ha accompagnato l’ex superiore maggiore dei salesiani e IX successore di San Giovanni Bosco in visita all’Arcivescovo metropolita di Siracusa, Mons. Salvatore Pappalardo. Don Chavez ha guidato la grande famiglia salesiana presente in tutto il mondo dal 2002 al 2014, incarnando e attualizzando lo spirito del fondatore, don Bosco, invocato come Padre e Maestro della Gioventù.

Il carisma salesiano è ben presente a Biancavilla da oltre 100 anni, grazie alle Suore Figlie di Maria Ausiliatrice, co-fondate dallo stesso santo torinese la cui presenza, da oltre cent’anni è spesa a favore dell’educazione della gioventù, specie di quella meno abbiente. Attorno alle suore salesiane sono fiorite negli anni altre realtà, come le volontarie di Don Bosco, i cooperatori e le ex allieve.




Molte vocazioni alla vita sacerdotale e consacrata sono nate dalla comunità di Biancavilla negli anni. Dal noto esorcista biancavillese Don Giuseppe Tomaselli, alle numerosissime Figlie di Maria Ausiliatrice. Negli ultimi anni, dalla parrocchia Matrice sono maturate le vocazioni di 2 suore e 1 sacerdote salesiano.