ULTIMA DOMENICA DI AGOSTO: LA FESTA DELLA CHIESA DI BIANCAVILLA

Accarezzata da una brezza fresca, si è svolta domenica 26 agosto la tradizionale festa in onore della Madonna dell’Elemosina, protettrice di Biancavilla.


Sul sagrato della Basilica Santuario, addobbato elegantemente a festa, si è svolta la solenne Messa presieduta dal Vescovo Giuseppe Sciacca, siciliano di origine, che lavora in Vaticano come segretario del Tribunale della Segnatura Apostolica.


A concelebrare, il Prevosto Don Agrippino Salerno con i sacerdoti della comunità di Biancavilla e altri preti ospiti giunti per l’occasione. Il servizio liturgico è stato curato con generosità da alcuni seminaristi dell’Arcidiocesi di Catania.


A far corona alla Madonna le confraternite cittadine, con i loro abiti colorati e i preziosi stendardi, le aggregazioni laicali e le famiglie religiose, e tanti altri fedeli.


Una festa dell’intera chiesa locale, come ha sottolineato il Vescovo Sciacca: “in questa nobile e solenne festa voi, popolo di Biancavilla esprimete e rinnovate la vostra professione di fede cristiana e cattolica. Maria che della Chiesa è madre, modello e immagine, vi rafforzi e vi sostenga nel vostro cammino”.


In occasione della ricorrenza del 70° anniversario dell’incoronazione dell’Icona della Madonna, la Penitenzieria apostolica, su mandato di Papa Francesco, ha concesso ai fedeli di poter conseguire l’indulgenza plenaria. Un dono esteso anche a chi ha seguito le celebrazioni attraverso i mezzi di comunicazione.


Nel corso della celebrazione si è svolto il tradizionale atto di affidamento della comunità alla Madonna dell’Elemosina pronunciato dal primo cittadino di Biancavilla. “È la prima volta che compio questo gesto da sindaco. Ho sempre partecipato a questa festa come cittadino e uomo cattolico di Biancavilla. Chiedo alla Madonna di aiutare tutti noi nello svolgimento dei nostri compiti. A tutti voi chiedo l’aiuto e il sostegno, anche con la preghiera, per portare avanti questo compito a servizio dell’intera collettività”.


Tra le autorità civili presenti anche l’Assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo e il neo Sindaco di Adrano Angelo D’Agate, a conferma del desiderio di avviare una più stretta collaborazione tra i due Comuni vicini.


Al termine del Pontificale, si è snodata la processione con l’Icona della Madre dell’Elemosina, recata a spalla dai membri dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” e a turno dai giovani confrati delle storiche confraternite biancavillesi. Il corteo sacro ha attaversato piazza Roma, per raggiungere la suggestiva via Umberto, illuminata e addobbata a festa dai residenti. Da piazza Annunziata la processione è proseguita fino alla chiesa dell’Idria, per poi tornare in piazza Collegiata.


A conclusione dell’imponente corteo, un intenso spettacolo pirotecnico della ditta “Branchina” ha salutato la Madonna dell’Elemosina.


Ad animare i canti della Messa è stata la Corale “L. Perosi” di Misterbianco, la colonna sonora della processione è stata curata dalla banda cittadina “A. Toscanini”.

PICCOLI COME BAMBINI

Ieri sera la benedizione dei bambini nati e nascituri e l’affidamento alla Madonna dell’Elemosina dei piccoli biancavillesi attraverso il segno dello scapolare.


Un altro momento significativo delle celebrazioni agostane in onore della Madonna dell’Elemosina, che ha visto la partecipazione di molti bambini e donne in attesa.


La Messa, presieduta da Don Giuseppe Cassaro, è stata animata dalla famiglia salesiana di Biancavilla.


“Diventare piccoli come bambini – ha detto don Cassaro – questa la ricetta per un’umanità realizzata. Chi basta a se stesso si è già condannato all’inferno, anche se non lo sa”. C’è una dipendenza fondamentale e ineliminabile nella vita, che dà senso a tutto: ed è la dipendenza da Dio. Proprio come i bambini, che per la loro esistenza si attendono tutto dalla mamma e dal papà. Questa è la povertà di spirito che Gesù esalta nel Vangelo. E i bambini sono il segno di questo atteggiamento fondamentale, per vivere ogni cosa come dono e accettarla con gratitudine. La pretesa dell’autosufficienza, al contrario, isola e imbarbarisce.


“Maria – ha concluso don Giuseppe – è l’immagine più bella di questa piccolezza spirituale. A lei guardiamo con fiducia”.

FESTA DELLA FEDELTÀ

Festa di famiglia e delle famiglie ieri, nel contesto delle celebrazioni in onore della Madonna dell’Elemosina. Circa 90 coppie da tutta la città hanno festeggiato i loro anniversari di matrimonio.

Dai sessant’anni ai cinquant’anni, dai quarant’anni ai venticinque anni di matrimonio, in una Basilica gremita da parenti e familiari testimoni di storie di fedeltà quotidiana.

A presiedere la celebrazione è stato don Salvatore Priola, Rettore-Parroco del Santuario della Madonna della Milicia di Altavilla Milicia (in provincia di Palermo). Nella sua appassionata omelia, don Salvatore ha parlato della bellezza, che attrae il cuore dell’uomo.

“La bellezza è anche linguaggio che Dio usa per parlare a noi. Anche voi vi siete innamorati della vostra bellezza e della vostra giovinezza e oggi siete qui per dimostrare la profondità di un amore che è cresciuto negli anni”.
Don Salvatore ha richiamato la necessità dell’unione con il Signore per ogni famiglia che voglia restare unita e fedele. “Come il bambino di questa dolcissima icona della Madonna dell’Elemosina, dobbiamo restare aggrappati al suo amore, per affrontare tutte le difficoltà e le insidie della vita”.

Le coppie di sposi hanno rinnovato le loro promesse matrimoniali scambiando le fedi nuziali.
Tra le coppie presenti anche alcuni biancavillesi che vivono da anni fuori per lavoro e rientrati per l’occasione.
La Messa è stata animata dalle comunità neocatecumenali di Biancavilla.

Le foto alle coppie sono pubblicate sul sito: www.lagrandefestaestiva.it

La Grande Festa Estiva 2018 – COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA

 

LA GRANDE FESTA ESTIVA 2018

nel 70° anniversario dell’Incoronazione di Maria SS. dell’Elemosina

 

Dal 20 al 22 agosto la visita delle Reliquie del beato Pino Puglisi,
nel 25° anniversario dell’uccisione e in preparazione alla visita del P
apa a Palermo

 

È ufficiale il programma delle prossime celebrazioni estive in onore di Maria SS. dell’Elemosina, madre della Misericordia e protettrice di Biancavilla che si svolgeranno in città dal 17 al 26 agosto.

A renderlo noto il Prevosto, don Pino Salerno e l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”, guidata da Giuseppe Santangelo, curatori degli eventi, patrocinati dal Comune di Biancavilla, con il Sindaco Antonio Bonanno e l’Assessore al Turismo e alle manifestazioni, Giulio Khalil, e dall’Assessorato regionale al Turismo e Spettacolo, retto dal biancavillese Sandro Pappalardo.   

Anche quest’anno il Novenario di preparazione alla solennità del 26 agosto sarà caratterizzato da un intenso clima spirituale, con la presenza di sacerdoti provenienti da varie diocesi siciliane.

A caratterizzare l’edizione annuale della festa mariana, sarà lo speciale ricordo del 70° anniversario dell’incoronazione dell’Icona della Madonna, avvenuto il 3 ottobre 1948. Per tale circostanza, Papa Francesco ha concesso alla Comunità biancavillese e a quanti si recherannonella Basilica Santuario dal 17 agosto al 31 ottobre il dono dell’INDULGENZA PLENARIA.

Altro evento particolarmente significativo sarà la visita a Biancavilla delle Reliquie del beato Pino Puglisi, il sacerdote palermitano ucciso dalla mafia esattamente 25 anni fa, perché contrastava l’azione della criminalità operando presso i giovani l’educazione alla legalità e ai valori del Vangelo. A Biancavilla giungerà la reliquia della costola che si conserva nella Cattedrale di Palermo, lunedì 20 agosto pomeriggio, per rimanervi fino alla sera del 22. Ad accoglierlo in piazza ci saranno i ragazzi dell’Oratorio “Don Pino Puglisi” della Matrice, che organizzeranno un’accoglienza festosa. In tale contesto, il francescano P. Attilio Bua, offrirà la propria testimonianza su Don Puglisi, personalmente conosciuto negli anni del suo servizio a Palermo. La reliquia rimarrà a Biancavilla fino a mercoledì 22 agosto. Rientrando a Palermo, la reliquia sarà esposta in occasione della visita del Papa in Sicilia il prossimo 15 settembre, per commemorare l’anniversario del sacrificio del parroco di Brancaccio.

“Papa Francesco – spiega don Pino Salerno nel messaggio di presentazione delle celebrazioni – ci ricorda che siamo chiamati ad essere santi, vivendo con amore e offrendo ciascuno la nostra testimonianza nelle occupazioni di ogni giorno.

In occasione delle celebrazioni de “La Grande Festa Estiva 2018”, abbiamo scelto di far riecheggiare nella nostra comunità questo richiamo alla santità che il Papa definisce come la perfezione dell’amore, l’unione della nostra vita con Cristo. E chi, meglio di Maria, ha amato più perfettamente ed è stato più unito a Gesù?”.

Una festa dell’intera comunità ecclesiale e civile (con momenti per i giovani, le famiglie, gli ammalati, i piccolissimi e le donne in attesa) che coinvolgerà anche quest’anno i vari movimenti, le aggregazioni ecclesiali locali, le storiche confraternite cittadine e diverse associazioni di volontariato.

Durante il novenario saranno raccolti generi alimentari e offerte per le tante famiglie bisognose.

 “Il nostro impegno – ribadisce il Presidente dell’Associazione Maria SS. dell’Elemosina, Giuseppe Santangeloè quello di mostrare la bellezza della nostra fede attraverso la preghiera per le intenzioni della Chiesa e promuovendo la carità per chi è nel bisogno”.

Anche il neo-Sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, con una nota, sottolinea che si tratta di “Un grande momento di gioia e di condivisione, che esalta l’identità di una comunità biancavillese che trova nella Madonna dell’Elemosina la sua guida: ancora una volta, la nostra città si ritrova nel rinnovare una tradizione che ci lega al nostro fiorente passato e ci fortifica nel presente. Un sentito ringraziamento al Clero e all’omonima associazione, per la dedizione ed il lavoro messi a servizio dei biancavillesi”.

La Rivista “Maria con te” – Ediz. San Paolo, per due settimane consecutive (in uscita il 3 e il 9 agosto prossimo), dedicherà uno spazio speciale sul Santuario di Biancavilla e sulla festa della Madonna.

Tutte le celebrazioni, quest’anno, verranno trasmesse quotidianamente in diretta streaming sul sito: www.santamariaelemosina.it/live. 

 

 

IL PROGRAMMA
di seguito, una sintesi degli appuntamenti principali per ciascun giorno.

Per il programma completo clicca qui:

 

VENERDÌ 17 AGOSTO – APERTURA DEL NOVENARIO Intronizzazione all’altare maggiore. La Messa sarà presieduta da don Giovambattista Zappalà, vicario foraneo.

Al termine, esposizione dell’antica statua lignea ritrovata nel 2015 all’interno della statua secentesca di S. Biagio, ancora oggi oggetto di studio da parte di storici dell’arte e studiosi di pietà popolare.

A seguire, presentazione della manifestazione di rievocazione storica albanese che si terrà il 29 settembre prossimo per il 70° dell’incoronazione della Madonna e per i 550 anni dalla morte di Giorgio Castriota “Scanderbeg”. Interverrà la prof.ssa Graziella Milazzo, della neo Associazione “Arberesche”. 

SABATO 18 AGOSTO – FESTA DELLE FAMIGLIE con le coppie biancavillesi che celebrano 25, 50 e 60 anni di matrimonio. Invitate 216 coppie di sposi. A presiedere la Messa sarà don Salvo Priòla, sacerdote palermitano, rettore del Santuario della Mìlicia, stimato oratore e noto “difensore dei valori cristiani non negoziabili”.

DOMENICA 19 AGOSTO – RICORDO DEL PREVOSTO CALACIURA Durante la celebrazione presieduta da don Agrippino Salerno, si pregherà per il prevosto monsignor Giosuè Calaciura, nel 20° anniversario della scomparsa (19 agosto 1998). Al termine, il nipote dott. Giuseppe Calaciura ricorderà la figura del sacerdote che fu grande devoto e promulgatore della devozione alla Madonna dell’Elemosina, nonché animatore di diverse opere sociali e caritative a Biancavilla e in terra d’Africa.

LUNEDÌ 20 AGOSTO – VISITA DELLE RELIQUIE DEL BEATO PINO PUGLISI Alle 18,30 accoglienza in piazza Roma dalla Comunità e dai Giovani dell’Oratorio della Matrice, che organizzeranno per l’occasione un pomeriggio di festa. La S. Messa sarà presieduta da monsignor Gianni Lanzafame, mariologo ed esperto di agiografie dei santi. Dopo la Messa, il francescano P. Attilio Bua, offrirà la propria testimonianza sul beato.

MARTEDÌ 21 AGOSTO – PREGHIERA PER LA VITA NASCENTE Affidamento alla Madonna dei bambini nati nell’anno e dei nascituri con le loro mamme. Consegna dello scapolare benedetto della Madonna. Celebrerà la Messa il salesiano don Giuseppe Carlo Cassaro, preside dell’Istituto Teologico “S. Tommaso” di Messina e autore di diversi saggi di natura teologica, spirituale e pastorale. Saranno presenti i membri della famiglia salesiana di Biancavilla.

MERCOLEDÌ 22 AGOSTO – PREGHIERA PER LA SANTITÀ DEI CONSACRATI con la presenza della famiglia francescana locale. Celebrerà la Messa P. Antonio Vitanza, guardiano del convento “S. Francesco”.

In serata, alle Vigne, presso lo spiazzale del Piccolo Seminario di C.da Vallone Rosso, breve momento di preghiera con l’icona della Madonna e, dalle 21,30 “MUSICA SOTTO LE STELLE”, serata di animazione con Dj, aperta a giovani e meno giovani.

GIOVEDÌ 23 AGOSTO – GIORNATA EUCARISTICA Durante il giorno adorazione eucaristica. In serata, Vespri e processione del Santissimo Sacramento nelle piazze Roma e Collegiata con la presenza di diverse aggregazioni ecclesiali. Celebrerà la liturgia don Antonio De Maria, sacerdote catanese, direttore dell’Istituto di scienze religiose “S. Luca”. A seguire, veglia di preghiera curata dai giovani della parrocchia, in preparazione al Sinodo dei Giovani che si aprirà a Roma nel mese di ottobre.

A don Antonio sarà consegnata una grande riproduzione dell’Icona della Madonna che andrà ad occupare un altare della storica chiesa di S. Gaetano alle grotte di Catania.

VENERDÌ 24 AGOSTO – GIORNATA DI PREGHIERA PER GLI AMMALATI Con la collaborazione della Fraternità “Ecco Tua Madre”, dei Volontari Ospedalieri Italiani (VOI), delle Fraternite di Misericordia di Adrano e S. Maria di Licodia, della Croce Rossa e dell’Ass. “Insieme”. Pellegrinaggio in Santuario degli ammalati. Messa celebrata da don Vittorio Rocca, sacerdote acese, esperto in teologia morale e decano della Basilica di S. Sebastiano.

Dopo la Messa avrà luogo un omaggio di canti e poesie “Alla Bella Madre dell’Elemosina”, a cura di Giuseppe Marchese, con la partecipazione di Vincenzo Licari e Antonella Minissale. Al pianoforte il Vincenzo Benina.  

SABATO 25 AGOSTO – FESTA DELL’ASSOCIAZIONE “MARIA SS. DELL’ELEMOSINA”. Messa celebrata da don Matteo Malgioglio, sacerdote della diocesi di Caltagirone, docente al S. Paolo di Catania. Ammissione dei nuovi soci dell’Associazione: Rosanna Bonanno, Bartolomeo Caruso, Salvo Giuffrida e Davide Greco. Rinnovo della consacrazione di tutti i Soci e tesseramento.

In serata, serata di fraternità degli associati.

DOMENICA 26 AGOSTO – LA FESTA.  PONTIFICALE E PROCESSIONE. In mattinata, raccolta di sangue a cura dell’AVIS in piazza Roma.

Anche quest’anno, sulla monumentale scalinata della Basilica, verrà allestita l’artistica infiorata lavorata con garofani multicolorati.

Alle 19 in piazza Collegiata il SOLENNE PONTIFICALE presieduto dal vescovo Giuseppe Sciacca, segretario della Segnatura apostolica in Vaticano, con la partecipazione del Clero. Atto di consacrazione della città alla Madonna dell’Elemosina pronunciato dal Sindaco Antonio Bonanno. PROCESSIONE dell’Icona per il centro storico, con la partecipazione delle Autorità, delle Confraternite e delle Aggregazioni ecclesiali.

Al rientro, sul sagrato della Basilica, omaggio alla Madonna dell’Elemosina della banda musicale “Arturo Toscanini” di Biancavilla e spettacolo pirotecnico.

 

Biancavilla, martedì 31 luglio 2018

 

 

Conclusa ieri la peregrinatio della Madonna dell’Elemosina a Catania

Si è conclusa ieri sera a Catania la visita della Vergine SS.ma dell’Elemosina presso la Comunità parrocchiale dei Minoritelli e dell’Oratorio “San Filippo Neri”.

Dopo una intensa “settimana marina”, ieri pomeriggio la conclusione con la celebrazione eucaristica presieduta dal parroco territoriale don Gianni Romeo, in occasione della festa di San Filippo, titolare della chiesa di via Teatro Greco.

Subito dopo l’Eucarestia  si è snodata una lunga processione dove ha preso parte l’immagine della Madre dell’Elemosina proveniente da Biancavilla, giunta per l’occasione festiva e del mese mariano, lo scorso 19 maggio. La processione ha attraversato molte vie del cento storico catanese delle zone “Minoritelli” e piazza Dante, toccando così anche zone disagiate della città.  

Speciali soste sono state fatte presso gli Ospedali “Santa Marta”, “Santo Bambino” e presso l’Istituto delle Suore figlie della carità di San Vincenzo dè Paoli. La Madre della Misericordia ha così “benedetto” quanti hanno incrociato il loro sguardo con quello della Vergine Santa, madre di tenerezza e di ogni buon dono.

La Madonna dell’Elemosina torna a Catania. Ad accoglierla la Comunità dei Minoritelli e del S. Filippo Neri. Sosta presso le Benedettine di via dei Crociferi.

Attesa da tempo e accolta con gioia, l’Icona della Madonna dell’Elemosina, ieri pomeriggio, ha nuovamente fatto tappa nella città di Catania. Dopo la recente visita presso la Parrocchia-Santuario della SS.ma Annunziata al Carmine, stavolta l’immagine della Madre della Misericordia è giunta presso la Comunità parrocchiale dell’Immacolata ai “Minoritelli”, nella piccola e antica chiesa di via A. Di Sangiuliano, di fronte l’Ospedale “S. Marta”. Ad attenderla in modo particolare sono stati i piccoli del Catechismo con il parroco territoriale don Gianni Romeo.

In chiesa, l’Icona ha preso posto sul presbiterio per la recita della tradizionale “Coroncina” del mese di maggio, curata dal parroco e dai fedeli-operatori pastorali. Dopo questo momento di preghiera introduttivo, l’Icona ha iniziato a peregrinare per alcune vie del centro storico per essere infine condotta presso la chiesa di S. Filippo Neri per la celebrazione eucaristica.

Il percorso della processione, molto bello e suggestivo, ha toccato via Di Sangiuliano, a scendere, e la storica e barocca via dei Crociferi, dove sono ubicati molti tra i più importanti e rinomati edifici di culto e non della città etnea. In via dei Crociferi l’Immagine della Madre di Dio ha brevemente sostato davanti la chiesa di S. Benedetto, dove vive la Comunità conventuale delle Monache benedettine dell’adorazione perpetua del SS.mo Sacramento, le religiose claustrali che osservano la regola di S. Benedetto, offrendo la loro vita per la crescita umana e spirituale del Popolo di Dio.

Tra queste c’è la biancavillese Suor Teresa (al secolo Rosaria) Nicolosi. Le monache, dall’alto della gradinata della loro chiesa, hanno salutato il passaggio della Vergine SS.ma con preghiere e giaculatorie. Commossa in modo particolare la suora biancavillese.

Attraversato quindi l’arco di S. Benedetto, il corteo religioso, tra canti e meditazioni, ha imboccato via Teatro Greco per fare ingresso nella chiesa di S. Filippo Neri, sede dello storico Oratorio catanese. All’ingresso in chiesa, la sacra Effigie, è stata salutata ancora dai piccoli che frequentano le attività oratoriane e dalle loro famiglie.

La S. Messa vigiliare di Pentecoste, è stata presieduta dal salesiano don Pino Bellino che nella sua omelia ha voluto ribadire il senso della Misericordia di Dio che in Maria trova la via più bella per ricondurre tutti gli uomini al “Padre-Creatore”, al “Figlio-Redentore” e allo “Spirito- Consolatore”.

Dopo la liturgia della Messa, l’Icona ha continuato a sostare in chiesa per essere ammirata e pregata dai tanti visitatori che hanno affollato la chiesa in occasione della “Notte dei Musei”, organizzata dall’amministrazione comunale. Per espresso desiderio del direttore dell’Oratorio catanese, l’Icona, continuerà ancora a sostare nella chiesa di S. Filippo fino a sabato prossimo 26 maggio, quando la stessa, prenderà parte ad una processione conclusiva per poi fare rientro a Biancavilla.

“Un momento di gioia e di tenerezza”, commentano gli organizzatori e i fedeli catanesi. “La visita della Madre della Misericordia, continui a dare speranza e conforto, in un quartiere segnato da problematiche sociali ed esistenziali di non lieve entità”.

L’icona della Madre dell’Elemosina è stata condotta a Catania da una rappresentanza dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” e da alcuni Ministranti e ragazzi dell’Oratorio parrocchiale “don Pino Puglisi”.