Giornata di Fraternità associativa

di Maria Musca

dsc_0014Ieri, Lunedì 26 dicembre, un nutrito numero di membri, appartenenti all’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” di Biancavilla, ha vissuto una bellissima ed emozionante giornata di fraternità a Taormina, Calatabiano e Trappitello (Messina).
I soci, sono partiti, la mattina, da piazza Roma, davanti alla Basilica Santuario di S. Maria dell’Elemosina, con pullman turistico, accompagnati dall’assistente spirituale, don Pino Salerno.
dsc_0009Il viaggio è stato animato dai giovani soci e dallo stesso don Pino con preghiere e canti religiosi; iniziando dalle Lodi mattutine e finendo con l’antifona mariana “Alma Redemptoris Mater” e l’Inno alla Madonna dell’Elemosina.
La prima tappa della giornata è stata Taormina. Nella bella cittadina ionica, i soci hanno visitato per prima, lungo il corso principale, l’antica chiesa di S. Caterina alessandrina, dove c’era allestito, sull’altare maggiore, un presepio iconografico austero e pregiato allo stesso tempo.
Un altro particolare presepe, bellissimo da vedere, è quello perpetuo, allestito nella piccola Chiesa infondo al corso, su “Porta Catania”. Passeggiando per Taormina, i gitanti hanno potuto ammirare, oltre i consueti negozi, i vicoli e i caratteristici palazzetti addobbati a tema natalizio.
dsc_0029_snapseedLa visita a Taormina è stata molto apprezzata, specie per quelle persone che, da molti anni, non mettevano piede in questa caratteristica città, denominata “perla di Sicilia”.
Dopo la passeggiata mattutina, alle ore 11,00, nella chiesa arcipretale “Ex Cattedrale” di S. Nicola di Bari, hanno assistito alla S. Messa, celebrata da don Agrippino Salerno. Dopo di ciò, è stato offerto agli altri fedeli presenti e ai turisti, la tradizionale Novena, con le melodie e i canti tipici biancavillesi, suscitando nei presenti apprezzamento e interesse.
dsc_0034Terminata la Celebrazione Eucaristica, il gruppo di Soci si è spostato, col pullman, a Calatabiano, dove è stato ospitato, con calorosa accoglienza, dalle Suore Salesiane dell’Istituto locale, per condividere fraternamente l’agape.
Dopo la consumazione del pasto fraterno, si è passati ad una e vera e propria socializzazione fraterna, improvvisando, scherzosamente e amorevolmente, delle divertenti scenette riguardanti la Natività di Gesù Bambino e “quadretti” riguardanti la Madre dell’Elemosina.
dsc_0087_snapseedLe persone presenti si sono divertite moltissimo. Dopo il bel momento di divertimento, si è fatta una visita alla vicina chiesa madre di Calatabiano, dedicata alla Vergine Annunziata.
Ripreso il pullman, gli associati si sono diretti a Trappitello per vedere il presepe vivente, motivo principale per il quale è stato programmato il viaggio. Dopo diverso tempo trascorso di fila per entrare, data la massiccia affluenza di persone, si è finalmente potuta ammirare la XIII Edizione del Presepe Vivente “…e alla Luce brillò… Venite e vedete!”
dsc_0072Molto bello e dettagliato l’allestimento; curato dagli organizzatori con dovizia di particolari.
Alla fine di questa bella ed emozionante giornata, si è ripreso il pullman per far ritorno a casa, felici e soddisfatti di quello visto e sperimentato insieme, fraternamente.

Gli appuntamenti e gli auguri di Natale dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”

 

Foto: A. Bruno.

Foto: A. Bruno.

Dicembre 2016

Nei Tempi di Avvento-Natale:

Albero della Carità: Raccolta di generi alimentari e materiale scolastico per i poveri della Comunità.

Distribuzione del Calendario artistico 2017 “Sotto la Tua protezione”, con le immagini più belle del pellegrinaggio a Roma della Madonna dell’Elemosina nell’Anno Giubilare della Misericordia. 

Lunedì 26 – Giornata di fraternità

Viaggio a Taormina e Calatabiano. Nel pomeriggio, visita del Presepe vivente di Trappitello (Me).

Foto: G. Stissi

Foto: G. Stissi

Gennaio 2017

Domenica 1 – solennità di Maria SS. Madre di Dio

ore 18,30 Celebrazione eucaristica. Canti della Missa de Angelis e del repertorio antico e nuovo in onore della Madonna dell’Elemosina. All’organo, il M° Vincenzo Benina.  

Al termine, scambio degli auguri per il nuovo anno civile.

Sabato 7 – primo sabato di mese

Nel pomeriggio, una rappresentanza dell’Associazione visiterà anziani e ammalati presso le loro abitazioni.

ore 18,00 S. Rosario meditato.

ore 18,30 In Basilica Santuario, S. Messa di inaugurazione dei “primi cinque sabati”, in occasione del I centenario delle delle apparizioni della B. V. Maria a Fatima (1917-2017).

Partecipazione di tutte le Aggregazioni ecclesiali del XIII Vicariato pastorale.

Al termine, agape fraterna.

Foto: Archivio SME

Foto: Archivio SME

Natale del Signore 2016

“La Vergine ci offre il suo Figlio come principio di vita nuova.
La luce vera viene a rischiarare la nostra esistenza,
spesso rinchiusa nell’ombra del peccato”
Francesco, papa

Con gli auguri più fervidi
per un Natale di pace
e un 2017 ricco di abbondati frutti spirituali.

Il Presidente,
il Consiglio direttivo,
i Soci,
la Redazione del sito.

Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”

Riconoscimento per l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”

Redazione SME

15645570_10209737936477208_451787531_nIeri sera nell’ambito della manifestazione “Bellabiancavilla”, svolta al teatro comunale “La Fenice” a cura dell’amministrazione comune di Biancavilla per presentare nuovi progetti e consegne alla città nei prossimi 100 giorni, sono state messe in evidenza diverse istituzioni ed aggregazioni impegnate a rendere la città più sana e bella.
Un particolare riferimento è stato fatto per l’evento dell’anno 2016 “La Madonna dell’Elemosina voluta da papa Francesco a Roma”, destinato a rimanere negli annali della storia civica ed ecclesiale biancavillese.
Un significativo ringraziamento è stato riservato dal sindaco Pippo Glorioso all’associazione “Maria SS. dell’Elemosina” per l’impegno profuso alla realizzazione di tale evento.
Ad intervenire sul palco, il prevosto Pino Salerno, riconfermato parroco alla guida della matrice per altri nove anni, il presidente dell’associazione Giuseppe Santangelo, che ha brevemente ricordato l’evento; il vicepresidente Carmelo Milazzo e una rappresentanza degli stessi associati al quale il sindaco Glorioso ha consegnato una targa.

VIA MISERICORDIAE

Domani sera nella Basilica Santuario di S. Maria dell’Elemosina in Biancavilla, l’esposizione della monumentale Via Crucis dello scultore di origine biancavillese Dino Cunsolo.

Redazione SME

15592519_10209703885425953_1103212894_nIn occasione della solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo di Catania, Mons. Salvatore Gristina, per il conferimento del nuovo mandato di parroco al prevosto don Agrippino Salerno, domani, DOMENICA 18 DICEMBRE alle ore 18.30 sarà inaugurata e resa ufficialmente pubblica la nuova monumentale Via Crucis, collocata lungo le 14 colonne della Basilica Santuario, opera del famoso scultore di origine biancavillese, Dino Cunsolo, dal titolo emblematico: “VIA MISERICORDIAE con Maria nel cammino della Croce”.
15571344_10209703885065944_494128033_nL’opera, realizzata nel 2009 per un concorso artistico, è stata rielaborata per il Santuario della Madonna dell’Elemosina di Biancavilla. Infatti, accanto alle rappresentazioni dei vari momenti della passione di Cristo, è presente in ogni stazione la figura della Vergine Maria che accompagna il cammino del Figlio, associata al suo dolore. “La via dolorosa di Gesù è la più importante scuola di Misericordia – spiega il prevosto Salerno – e pertanto, a conclusione del Giubileo della Misericordia, abbiamo scelto di lasciare nella nostra Basilica quest’opera così significativa, di grande valore 15591697_10209703886465979_1390627240_nteologico, spirituale ed artistico. Maria, che ha seguito il viaggio al Calvario del Figlio continua ad accompagnare il cammino di ogni uomo e di ogni donna del nostro tempo. Il nostro pellegrinaggio terreno è sostenuto e incoraggiato dalla misericordia di Gesù e di Maria. All’inizio di questo secondo mandato come prevosto parroco, mi auguro con tutto il cuore che quanti entreranno nella chiesa madre possano fare esperienza di questa splendida verità di fede. Ringrazio il M° Cunsolo che con la sua opera impreziosisce lo scrigno d’arte che è la nostra Basilica, e ringrazio i benefattori che finora hanno contribuito a questo progetto e quelli che liberamente vorranno ancora unirsi”.
Oltre ai gruppi statuari delle 14 stazioni, il M° Cunsolo ha realizzato un tuttotondo del Cristo Risorto (15ma stazione), che sarà collocato all’interno del tempietto dell’altare del SS. Sacramento. Il progetto per l’allestimento delle edicole espositive della Via Misericordiae è stato curato dal M° Giuseppe Santangelo.
Cunsolo ha lavorato per l’adeguamento liturgico della Basilica Metropolitana di Catania e per conto di diversi enti e diocesi Italiane, realizzando sculture e mostre prestigiose. Da ultimo, ha esposto alcuni suoi lavori sulle opere di misericordia, nella chiesa di S. Silvestro al Quirinale in Roma.

 

“Come bimbo in braccio a sua madre” – Inaugurato il nuovo anno associativo SME 2016/17

Assemblea Generale dei fedeli dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”.
Inaugurato l’anno associativo 2016-17 e presentate le iniziative del tempo di Avvento-Natale.

Redazione SME

img_9746Si è svolta ieri sera, sabato 10 dicembre, in Basilica Santuario, l’Assemblea Generale dei Soci dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” che ha inaugurato il 15° anno associativo 2016-2017. 
Nell’introdurre i lavori, il presidente Giuseppe Santangelo ha ricordato ai numerosi presenti le grazie di cui tutta la comunità biancavillese ha beneficiato nel corso del Giubileo della Misericordia, appena concluso, e che in modo del tutto speciale ha visto coinvolti per primi, i membri dell’Associazione mariana. Tali eventi – ha ricordato il presidente – devono proiettare ogni fedele associato in avanti, per essere sempre più e sempre img_9744meglio “segno” dell’amore misericordioso del Padre e con Maria, Madre di Gesù, essere nella Chiesa e nella società, una “presenza per servire” Dio e i fratelli. “Il pellegrinaggio giubilare romano, la venerazione della Madre dell’Elemosina da parte del Santo Padre Francesco e del papa emerito Benedetto XVI, non vogliono e non possono rimanere solo un evento storico, grande e memorabile, ma debbono essere motivo per rinnovare la vita di fede per dare testimonianza credibile del Vangelo di misericordia che abbraccia ogni creatura con l’amore e la tenerezza del Padre”.
img341Con queste parole il presidente ha spronato tutta l’associazione ad immergersi nel nuovo anno associativo, nei sentieri tracciati dal Signore, perché come battezzati, tutti gli associati possano sperimentare lo stile “sinodale” della Chiesa, con Maria, Madre di Misericordia, “Popolo e Pastori insieme”, per far fruttificare quell’“Oasi di misericordia” tanto raccomandata dal papa per ogni comunità ecclesiale. Tali sono anche le indicazioni pastorali raccomandate dall’arcivescovo Salvatore Gristina per l’anno pastorale in corso.
Nella sua riflessione spirituale, l’Assistente ecclesiastico, Don Pino Salerno, ha evidenziato il “carattere mariano” del tempo liturgico dell’Avvento e, citando l’Esortazione Apostolica “Marialis Cultus” del beato Paolo VI, ha messo in luce come “I fedeli che vivono con la liturgia lo spirito dell’Avvento, considerando l’ineffabile amore con cui la Vergine Madre attese il Figlio, sono invitati ad assumerla come modello e a prepararsi per andare incontro al Salvatore che viene, vigilanti nella preghiera ed esultanti nella sua lode”.
img_9751Di seguito, la Segretaria Giuseppina Ingrassia ha illustrato in dettaglio il Calendario associativo che viene distribuito a tutti i Soci. Dalla variegata attività di apostolato e formazione, emergono tre “punti chiave” su cui si basa l’intera programmazione: Spiritualità (e formazione), carità e cultura. Molta importanza, accanto agli appuntamenti tradizionali, è stata data ai “Primi sabati di mese” con l’incontro liturgico e di formazione catechetica a partire dalla Lectio Divina che per questo anno sarà incentrata sul Salmo 130 e che dà il titolo all’intero anno associativo: “Come bimbo in braccio a sua madre”.
15109353_10154594423702605_4050768465498682612_nIl Tesoriere,Pippo Benina ha quindi illustrato il bilancio economico dell’aggregazione evidenziando le diverse entrate costituite quasi esclusivamente dalle quote associative annuali, e le uscite dovute alle ricorrenti attività; nel resoconto complessivo, il bilancio economico, pur nelle sue modeste cifre, risulta essere in attivo. All’incontro ha preso parte anche  il Vicepresidente Carmelo Milazzo. 
Prima di sciogliere la seduta, vengono presentati gli appuntamenti da vivere nell’immediato: La donazione di generi alimentari per i poveri (da depositare ai piedi dell’“Albero della carità”), allestito come di consueto presso l’altare della Madonna dell’Elemosina, la Giornata di fraternità a Taormina e Calatabiano il 26 dicembre con la visita al “presepe vivente” di Trappitello, la Messa del 1° gennaio, solennità di Maria SS. Madre di Dio, la visita a domicilio ad ammalati e anziani…
Tra le iniziative proposte, ampio spazio è stato dedicato alla presentazione del Calendario artistico 2017 “Sotto la Tua protezione”, predisposto dall’Associazione per tutti i fedeli e cittadini biancavillesi con foto e grafica di Giovanni Stissi. Il Calendario, è stato voluto per custodire la straordinarietà dell’evento giubilare e le emozioni degli storici viaggi a Roma con l’Icona della Madonna dell’Elemosina. Il calendario artistico sarà in distribuzione in Basilica per tutto il periodo natalizio dietro un piccolo compenso per fare fronte alle spese di stampa.
Espletati tutti i punti, l’Assemblea si scioglie alle ore 20,30 con il canto dell’Inno “Madre d’amore”.
2016-12-07-photo-00004740

La Madonna dell’Elemosina a Piacenza

Per la chiusura dell’Anno Santo della Misericordia, presente in terra emiliana una riproduzione dell’Icona della Vergine dell’Elemosina di Biancavilla.
La Comunità parrocchiale della Sacra Famiglia in Piacenza, è infatti spiritualmente legata al Santuario mariano biancavillese.

Redazione SME

15129778_1470315982980345_1643023361_nUna domenica speciale per la comunità parrocchiale della Sacra Famiglia a Piacenza. Grande partecipazione di fedeli, infatti, domenica 20 novembre, con la presenza in chiesa di una riproduzione della Sacra Icona della Madonna dell’Elemosina di Biancavilla, gemellata spiritualmente dal 6 gennaio di quest’anno con la Basilica-Santuario della città etnea. Mentre in piazza San Pietro in Vaticano il Santo 15134328_1470316156313661_175264661_nPadre Francesco ha chiuso la Porta Santa, nella chiesa della Sacra Famiglia di Piacenza si è celebrata la S. Messa nella solennità di Cristo Re, che coincide con la fine del ciclo dell’Anno Liturgico. Una preghiera di ringraziamento anche per l’Anno di grazia appena trascorso, dove l’Icona di Biancavilla è stata protagonista in più momenti non solo in Vaticano ma in tutto il mondo. Per la seconda volta i fedeli del vasto 15151339_1470316049647005_1305201574_nquartiere “Infrangibile” hanno potuto ammirare la bellezza di quest’Icona che ha incantato il cuore del Santo Padre Francesco e del Papa Emerito Benedetto XVI. Il quadro, infatti, si trova normalmente all’interno della sala da pranzo della Casa Accoglienza-dormitorio antistante la chiesa, ed è stato donato alla parrocchia nel gennaio di quest’anno dai ragazzi del “Gruppo Giovani”, da un’iniziativa partita dal img_54240_89013biancavillese Mirko Giordano, devotissimo della Madonna dell’Elemosina, che a dicembre 2015, durante un incontro di Avvento, ha spiegato l’importanza dell’icona e una certa somiglianza con un’altra, appartenente alla tipologia della Vergine della Tenerezza che si trova in una chiesa ortodossa nel centro storico di Piacenza. Nel corso della celebrazione, presieduta al Parroco don Angelo Cavanna un omaggio 15151328_1470316186313658_2047111056_nfloreale e l’accensione di un cero ai piedi della Vergine. Nel corso della giornata, al termine di ogni S. Messa, sono state distribuite oltre 200 immaginette della Bella Madre dell’Elemosina. I fedeli si sono accostati ai piedi dell’altare maggiore per vedere da vicino l’Icona della Madonna. “Sono onorato – dice Mirko – di aver portato la presenza l’Icona di Biancavilla nella mia parrocchia, venerata dai Papi”. Ancora una volta si è confermato il bellissimo rapporto fraterno tra la realtà mariana biancavillese e la Parrocchia Piacentina.

15174686_1470315922980351_625500441_n