La Lumen gentium, nell’approfondire la maternità di Maria, ricorda che essa si è realizzata anche con disposizioni eminenti dell’anima: «Per la sua fede e la sua obbedienza Ella (Maria) generò sulla terra lo stesso Figlio del Padre, senza conoscere uomo, ma sotto l’ombra dello Spirito Santo, come una Eva novella credendo non all’antico serpente, ma al messaggero di Dio, con una fede che non era alterata da nessun dubbio».
Da queste parole emerge con chiarezza che la fede e l’obbedienza di Maria nell’Annunciazione costituiscono per la Chiesa virtù da imitare e, in certo senso, danno inizio al suo itinerario materno nel servizio agli uomini chiamati alla salvezza”.

Quanto detto, è parte dell’insegnamento che Papa Giovanni Paolo II ha tenuto in Vaticano mercoledì 13 agosto 1997. Tale Catechesi sarà ripresa nel corso della Conferenza spirituale che avrà luogo nella Basilica Santuario di Biancavilla, sabato 3 febbraio p.v., primo sabato di mese, alle ore 19,30, a cura di Mons. Benedetto Currao.

Commenti

commenti