Mons. Staglianò a Biancavilla cita Renato Zero: “Gesù, non ti somigliamo più”

Mons. Staglianò a Biancavilla cita Renato Zero: “Gesù, non ti somigliamo più”

Redazione SME

Un ciclone di entusiasmo e di passione è stato il passaggio a Biancavilla di Mons. Antonio Staglianò, che, nel contesto delle celebrazioni giubilari in onore di Maria Ss. dell’Elemosina, lunedì 22 agosto ha officiato la S. Messa in Santuario, con la partecipazione dell’Azione Cattolica del Vicariato, delle Orsoline e delle Comunità Neocatecumenali che hanno animato la celebrazione.

staglianò8

Atteso e accolto da un gran numero di fedeli, Mons. Staglianò ha offerto con generosità la sua parola, accompagnata dalla sua naturale e immediata capacità comunicativa. Ha predicato per ben 27 minuti, tenendo incollati i fedeli alle sue parole e al suo argomentare appassionato sulla fede.
“La speranza non ci basta più. Poveri uomini. Poveri. Gesù, non ti somigliamo più – ha detto citando i versi dell’ultimo brano di Renato Zero, intitolato ‘Gesù’. La speranza umana non regge se non è fondata su qualcosa di più grande. Il cristianesimo è centrato sul grande Mistero dell’Incarnazione di Dio.

staglianò29
Esso ci mostra che non possiamo essere autenticamente umani se non a partire da colui in cui Dio ci ha mostrato il suo progetto per noi. Credere in Dio, infatti, significa credere in ciò che Dio crede per noi”.
Il suo insegnamento ha toccato l’essenza della fede cristiana, che si caratterizza per il fatto di essere una “via di umanizzazione”, come ha sottolineato, ricordando che i cristiani dei primi decenni dopo Cristo venivano indicati come “quelli della via”: “in questo – ha detto Mons. Staglianò – Maria ci è luminoso esempio, con la sua fede, con la sua dedizione al progetto di Dio, anche quando questo va contro le nostre aspettative. Lei, che ha dato la carne al Figlio di Dio, ci mostra come non sia possibile dirsi cristiani senza un modo di vivere che corrisponda alla sequela di Gesù, all’imitazione del suo amore: dare la vita per gli altri”.

staglianò48

Mons. Staglianò ha ricordato, tra le altre cose, l’importanza di confessarsi e di chiedere perdono a Dio, perché “il perdono ci rigenera”.
Dopo l’Eucaristia, Mons. Staglianò si è intrattenuto con i fedeli presenti.
Quindi, ha raggiunto a piedi piazza Annunziata, gremita da centinaia ragazzi e alcuni adulti, per l’iniziativa “Aperitivo col Vescovo”, voluta dall’Associazione “Maria Ss. dell’Elemosina” e promossa in collaborazione con la Consulta di Pastorale Giovanile del Vicariato.

aperitivo-col-vescovo4
Dopo aver sorseggiato una bibita, Mons. Staglianò ha preso la parola, a partire dal brano di Mengoni “L’essenziale”, introducendo in tal modo i suoi giovani ascoltatori, seduti ai tavoli del pub, nei discorsi sulla metafisica per giungere a parlare dell’essenza dell’amore: “l’amore è un’arte – ha detto citando il filosofo Fromm – che si impara a partire da ciò che si riceve. Come gli occhi non possono guardare senza la luce esterna, così il cuore non può amare senza un amore che lo accenda e lo riscaldi.
Dobbiamo imparare ad amare, dal momento che ‘siamo fatti per amare, nonostante noi’, come canta Nek.

aperitivo-col-vescovo12

Chi ci insegna ad amare? La società dell’ipermercato? Le telenovelas? Solo Gesù ci mostra cos’è l’amore vero. A questo suo amore io ho creduto, per questo mi sono fatto prete, e per questo sono qui stasera in mezzo a voi, per dirvi che di questo amore di Gesù si può vivere, perché esso è la strada per diventare veramente uomini. Solo seguendo lui possiamo comprendere il significato di parole e dichiarazioni d’amore, che altrimenti rischiano di essere ‘vuote e stupidi parole’ (ancora Mengoni)”.

aperitivo-col-vescovo14

Ha strappato più di un applauso il Vescovo di Noto, parlando ai ragazzi calamitati dalla sua audacia e da uno stile immediato e diretto, capace di superare ogni stereotipo sugli uomini di Chiesa. Con un ardore apostolico innovativo, che evoca lo zelo predicatore dell’Apostolo Paolo, Mons. Staglianò si è fatto spazio nella mente e nel cuore dei presenti, catturati da un uomo che parla loro con i testi di quelle canzoni che hanno ascoltato e cantato tante volte, probabilmente senza neanche immaginare che ci potesse essere tanta profondità. Nell’ascoltato tornavano alla mente le parole di San Paolo, a proposito della spinta a predicare il Vangelo con ogni mezzo e  in ogni occasione opportuna e inopportuna.

aperitivo-col-vescovo18
“È vero che nasciamo tutti da un uomo e una donna, ma non basta questo per essere umani. Occorre avere il ‘coraggio di essere umani'” ha detto cantillando il noto brano pop.
E ha aggiunto: “‘Sono un peso per me stessa, sono un vuoto a perdere; sono diventata grande senza neanche accorgermene’. Questo è il pericolo da scongiurare – ha detto, con riferimento al brano di Noemi – quello di diventare ciò che non vorremmo, altro da noi stessi. Perché non occorre soltanto diventare umani, ma occorre anche restare umani”. Ciò ha detto anche a proposito di un uso perverso di cellulari e giochi virtuali, come il PokemonGo, che isolano, impedendo di poter guardare negli occhi e osservare il dolore che magari si porta dentro chi ci sta accanto.

aperitivo-col-vescovo25
Alternando con disinvoltura aneddoti giocosi, filosofia, letteratura e Vangelo, con piccoli spezzoni di famose canzoni, il Vescovo è andato avanti per una lunga ora. Subito dopo, su richiesta di alcuni giovani, ha imbracciato una chitarra classica, intonando alcuni brani, tra cui una sua inedita canzone, una preghiera per una persona che non c’è più.

aperitivo-col-vescovo26

A chiudere la serata è stato il canto praticamente unanime dei presenti della canzone ‘Credo negli esseri umani’ di Mengoni.
Ampi stralci della serata sono stati registrati e immortalati dai ragazzi presenti.
Alla nostra redazione Mons. Staglianò ha offerto tre pensieri che proponiamo in registrazione.
Una serata da ricordare per la città di Biancavilla.

La Madonna dell’Elemosina a Roma da Papa Francesco

S. E. l’Arcivescovo Mons. Salvatore Gristina,
con il XIII Vicariato Pastorale,
la Parrocchia della Basilica Santuario “S. Maria dell’Elemosina”
e l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”,
di concerto con il Comune di Biancavilla,
annuncia con gioia alla Comunità diocesana che,
venendo incontro ad uno speciale desiderio del Santo Padre Francesco,
la venerata Icona della Beata Vergine Maria dell’Elemosina,
Madre della Misericordia,
con un grande pellegrinaggio di fedeli,
sarà recata a Roma DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016,
in occasione della canonizzazione della beata Madre Teresa di Calcutta.

Rendiamo gloria al Signore per un dono tanto grande per la nostra Chiesa particolare.
Maria, Madre di Misericordia, prega per noi!

madonna-elemosina-papa-francesco

Via Crucis della Misericordia

Redazione SME

via-crucis11

In questo Anno Santo della Misericordia si è svolta ieri, venerdì 18 marzo, la “Via Crucis della Misericordia”. Il percorso di fede e di devozione si è snodato lungo le viuzze del centro storico biancavillese, attorno al Santuario giubilare della Beata Vergine dell’Elemosina. Come “pellegrini e mendicanti di misericordia”, i fedeli, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, sono passati da una stazione all’altra portandosi spiritualmente nelle più sperdute e desolate periferie esistenziali e geografiche dell’umanità, dove Cristo ancora soffre, è lasciato morire di fame e di freddo, è rifiutato e respinto, è incarcerato e privato della sua umano-divina dignità, è perseguitato e ucciso…

via-crucis16

“Per vivere autenticamente la nostra Via Crucis sulle orme di Gesù – ci ricordano i vescovi italiani per l’Anno Santo 2016 – , occorre tuttavia avere innanzitutto l’umiltà e il coraggio di scendere nelle zone più nascoste del nostro cuore, quelle ancora da evangelizzare. È là che Gesù ci attende per donarci il suo perdono e cominciare con noi, dall’abisso della nostra povertà, la salita al Calvario, alla vetta del più grande amore. Egli, infatti, nella sua bontà misericordiosa, vuole non solo salvarci, ma anche unirci a sé nell’opera di salvezza universale”.

via-crucis18

La pia pratica, guidata dal prevosto, don Pino Salerno, è stata curata dai gruppi “Catechisti”, “Ministranti”, “Ca.spe.f.” e “Associazione Maria SS. dell’Elemosina” e si è conclusa in Santuario, dinanzi L’icona prodigiosa della Madre dell’Elemosina, dove si è pregato per il dono dell’Indulgenza giubilare.

via-crucis19

Tra le meditazioni proposte all’inizio della Via Crucis:
“Padre, fonte d’Amore, che hai tanto amato il mondo da dare il tuo dilettissimo Figlio
per la nostra salvezza, visita con il tuo Santo Spirito le profondità del nostro cuore,
perché, percorrendo la Via della Croce, ci lasciamo trasformare interiormente, e diventiamo per i nostri fratelli segni vivi della tua misericordia. E tu, Madre della divina Misericordia, accompagnaci lungo il cammino, negli intricati sentieri della storia, negli anonimi agglomerati urbani, nei desolati deserti del non-senso, dove ogni giorno l’uomo è immerso nelle tenebre del Venerdì Santo e attende una parola e un gesto di umana-divina misericordia per risorgere a vita nuova”.

via-crucis24

CONCORSO: LA MISERICORDIA CAMBIA IL MONDO

locandina concorso misericordia

L’iniziativa, realizzata col patrocinio del Comune di Biancavilla, è rivolta a quanti intendano illustrare la Misercordia come valore sociale, in grado di migliorare i rapporti umani e rendere il mondo più umano.
Pitture, sculture, foto/video, musiche, racconti, articoli e scritti saranno oggetto di valutazione.

REGOLAMENTO

 

Art.1 – Scopo

Il presente Concorso, promosso in occasione della Pasqua 2016 per il Giubileo della Misericordia, si prefigge di promuovere una riflessione sul valore e sul significato della misericordia come strumento educativo che rende più umano il mondo, rispetto ad altri atteggiamenti ritenuti tradizionalmente vincenti, perché basati sull’uso della violenza, della forza e della sopraffazione. Attraverso questa riflessione si vuole, inoltre, stimolare uno sguardo attento alle tante forme di misericordia che si sperimentano nella vita quotidiana, in famiglia, a scuola e nella società, che non trovano spazio sui giornali e nei mass media.

 

Art. 2 – Cosa realizzare

Gli elaborati possono consistere in: foto/video, realizzazioni musicali, grafiche, pittoriche e scultoree, e ogni altro elemento creativo idoneo ad illustrare il tema del Concorso, oltre a storie, narrazioni, articoli di giornali, poesie o altre forme di elaborati scritti che illustrino il tema.

 

Art. 3 – Chi può partecipare

La partecipazione al Concorso è gratuita ed aperta a tutti gli Studenti degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, e a tutti quanti vogliano esprimere il valore antropologico, culturale e sociale della misericordia, come attitudine ai bisogni degli altri.

E’ possibile partecipare singolarmente o come gruppo.

Ciascun partecipante (singolo o gruppo) potrà inviare un massimo di n. 3 elaborati, inediti e mai premiati in altri concorsi.

Art. 4 – Consegna

I partecipanti dovranno consegnare gli elaborati entro le ore 14 di VENERDI’ 20 MAGGIO 2016 presso:

Biblioteca Comunale “Gerardo Sangiorgio” – Villa delle Favare

via Vittorio Emanuele, 164 – Biancavilla

Orari d’ufficio: dal lunedì al venerdì 8.30-13.30 e 15.30-18.30

I partecipanti potranno presentare il materiale in forma cartacea, stampata e anche su supporto CD.

Al momento della consegna, il partecipante compilerà una Scheda Tecnica, con gli estremi anagrafici, fornita direttamente dal personale della Biblioteca comunale.

Art. 5 – Valutazione e Premiazione

Le produzioni pervenute verranno valutate – a giudizio insindacabile – da un’apposita Giuria di qualità, composta da esperti del settore fotografico, grafico e dell’arte, da giornalisti e scrittori.

Per gli alunni delle Scuole dell’obbligo il premio per i primi 3 classificati consisterà in materiale scolastico che verrà riconosciuto a favore della scuola di appartenenza.

Per tutti gli altri partecipanti:

Al primo classificato verrà assegnato un premio di 300 euro;

Al secondo classificato verrà assegnato un premio di 200 euro;

Al terzo classificato verrà assegnato un premio di 100 euro.

La giuria terrà adeguatamente conto dei diversi tipi di elaborati in concorso.

A tutti i partecipanti verrà conferito un Attestato di partecipazione.

La cerimonia di premiazione si svolgerà SABATO 28 MAGGIO 2016 alle ore 20,00 presso la Basilica Santuario “S. Maria dell’Elemosina” (piazza Roma).

I premi dovranno essere ritirati personalmente o, nel caso di minorenni, da chi esercita la potestà.

Eventuali cambiamenti di programma verranno comunicati dall’Organizzazione all’indirizzo e-mail fornito dai partecipanti.

Art. 6 – Disponibilità degli elaborati

Le realizzazioni presentate non verranno restituite ed entreranno nella piena disponibilità degli Enti promotori per la conservazione in Archivio della Biblioteca Comunale e per future pubblicazioni e/o mostre in cui verrà citato l’autore.

Gli elaborati più belli, con l’indicazione del nome dell’autore, saranno segnalati al Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione e potranno essere inviati in omaggio a Papa Francesco.  Inoltre, potranno essere oggetto di pubblicazioni e/o di mostre.

 

Art. 7 – Informazioni

Il presente Regolamento è consultabile presso la Biblioteca Comunale di Biancavilla e ai seguenti link:

www.comune.biancavilla.ct.it

www.madredimisericordia.it

www.symmachia.it

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: santuario@santamariaelemosina.it

o contattare la pagina facebook: https://www.facebook.com/santamariaelemosina

 

 

SABATO 2 APRILE CONVEGNO DIOCESANO

PROGRAMMA CONVEGNO COMUNICATO Convegno

BIANCAVILLA 2 APRILE 2016

Convegno Diocesano sulle Opere di Misericordia

e Giubileo dei Volontari Caritas

con le reliquie del Beato Card. Dusmet

 

“La gioia di Dio è perdonare, ma la misericordia non è buonismo, né sentimentalismo”

Papa Francesco

Per approfondire il legame profondo tra la misericordia e la verità, la Caritas Diocesana, con l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Luca” di Catania, per iniziativa dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” e della Basilica Santuario di Biancavilla, daranno vita sabato 2 aprile ad un momento di riflessione, rivolto innanzitutto agli operatori della Caritas delle parrocchie della Diocesi ed esteso a quanti operano nei vari ambiti della pastorale della Carità.

Il Convegno si svolgerà a Biancavilla presso la Chiesa del Rosario a partire dalle 17,00. Tra i relatori: il Prof. Francesco Diego Tosto dell’ISSR, il Prof. P. Stefano Oppes, docente presso l’Antonianum di Roma, oltre agli interventi di Don Piero Galvano, Direttore della Caritas Diocesana e di Don Antonino De Maria, Direttore dell’ISSR.

L’iniziativa si colloca in una data molto significativa, nella vigilia della Solennità della Divina Misericordia, una festa voluta per la Chiesa universale da San Giovanni Paolo II, che morì proprio il 2 aprile 2005.

Ad impreziosire la riflessione offerta dai relatori, sarà anche la presenza delle venerate reliquie del Beato Card. Giuseppe Benedetto Dusmet, provenienti dalla Parrocchia “Card. Dusmet” di Montepalma a Misterbianco.

L’incontro si concluderà con il Pellegrinaggio alla Basilica Santuario e la celebrazione della Santa Messa. Durante la celebrazione verrà offerto dell’olio d’oliva che servirà per le mense diocesane della Caritas.

 

Pasqua di Misericordia: COMUNICATO STAMPA

pasqua

COMUNICATO STAMPA

Pasqua di Misericordia nel Santuario di Biancavilla

 Redazione SME

La Pasqua 2016 a Biancavilla sarà caratterizzata dal Giubileo della Misericordia che, come voluto da Papa Francesco, viene vissuto per la prima volta a livello locale in tutta la Chiesa.

In particolare, in occasione della Pasqua prende avvio il CONCORSO DI ELABORATI ARTISTICI dal titolo “LA MISERICORDIA CAMBIA IL MONDO”, rivolto a quanti intendano illustrare in modo originale il valore umano e antropologico della misericordia, come elemento in grado di migliorare i rapporti sociali.

Si segnala, in particolare, che Domenica 3 aprile uscirà un inserto speciale sul Settimanale “CREDERE”, Rivista Ufficiale del Giubileo della Misericordia, con alcune pagine dedicate al Santuario Giubilare della Madonna dell’Elemosina di Biancavilla.

Gli appuntamenti in programma nel Santuario di Biancavilla, oltre ai tradizionali riti della Settimana Santa, prevedono:

SABATO 19 MARZO

ore 19,30 LE 7 PAROLE DI GESU’ CRISTO IN CROCE. Per la prima volta a Biancavilla la Corale “P. Branchina” di Adrano eseguirà le meditazioni musicali del M° Branchina, che saranno alternate da meditazioni sulle ultime parole del Signore. Dirige il M° Piera Bivona.  All’organo il M° Vincenzo Benina, al violino il M° Giovanni Cucuccio.

DOMENICA 20 MARZO – DELLE PALME

ore 10,00 In piazza Roma BENEDIZIONE DELLE PALME E DEGLI ULIVI. Processione e Celebrazione eucaristica nella commemorazione dell’ingresso del Signore a Gerusalemme.

In giornata, vendita del “Cicilìu di solidarietà” a sostegno delle famiglie bisognose. ore 19,30 VIA CRUCIS VIVENTE, a cura della famiglia francescana di Biancavilla.

 

DA LUNEDÌ 21 A MERCOLEDÌ 23 MARZO: Esercizi spirituali.

GIOVEDÌ 24 MARZO

ore 19,00 S. MESSA IN COENA DOMINI, con il rito della lavanda dei piedi e la reposizione del SS. Sacramento quest’anno presso l’altare della Madonna dell’Elemosina.

A seguire, i “CRUCIDDI”: visita comunitaria agli altari della Reposizione (tradizionalmente “sepolcri”).

 

VENERDÌ 25 MARZO

ore 6,00 Processione dell’ADDOLORATA.

ore 12,00 Ingresso in Santuario dell’Addolorata. Commemorazione della crocifissione del Signore.

ore 17,30 CELEBRAZIONE DELLA PASSIONE DEL SIGNORE. Al termine “A SCISA”: tradizionale rito della deposizione del Crocifisso.

ore 19,30 Processione dei “MISTERI”, Simulacri artistici raffiguranti la Passione del Signore, e della Reliquia della S. Croce.

SABATO 26 MARZO

ore 22,30 VEGLIA PASQUALE e tradizionale rito dell’ingresso del Signore Risorto e intronizzazione all’altare maggiore. Canti della Corale della Basilica “S. Maria dell’Elemosina” di Biancavilla.

DOMENICA 27 MARZO – PASQUA DEL SIGNORE

ore 12,00 “A PACI”: tradizionale incontro del Cristo Risorto con la Vergine Madre tra l’esultanza dell’Angelo e processione per il centro storico.

ore 20,30 CONCERTO DI PASQUA a cura del Coro lirico “Nova Academia Musicae Aetnensis” di Acireale che eseguirà il “Gloria” di A. Vivaldi. Dirige il M° Carmelo Pappalardo. Al pianoforte il M° Stefania Privitera.

 

MERCOLEDÌ 30 MARZO

ore 20,00 Presentazione delle ICONE DEGLI ARCANGELI MICHELE E GABRIELE, realizzati per l’altare della Madonna dell’Elemosina dal M° Antonio Schiavone, iconografo.

 

VENERDÌ 1 APRILE

ore 20,00 Canto dell’AKATHISTOS in onore della Madre di Dio, a cura della Comunità Ortodossa di Catania. Presiede il Papas Mihai Ichim.

 

SABATO 2 APRILE

Giubileo Diocesano dei Volontari Caritas con le reliquie del beato Card. Dusmet.

ore 17,00 Presso la Chiesa del SS. Rosario, CONVEGNO DIOCESANO sulle Opere di Misericordia: “Misericordia e verità si incontreranno, giustizia e pace si baceranno”.  A seguire, Pellegrinaggio in Santuario e S. Messa. Canti della Corale “Gruppo Canto” della Parrocchia “Cristo Re” di Belpasso.

DOMENICA 3 APRILE – SOLENNITÀ DELLA DIVINA MISERICORDIA

Giubileo dell’UNITALSI, Sezione di Catania.

ore 11,00 S. Messa e Angelus.

ore 19,30 S. MESSA presieduta dal Rev.mo P. Abate dom Benedetto M. Chianetta, Ordinario emerito dell’Abbazia territoriale di Cava de’ Tirreni (SA). A seguire, PROCESSIONE con la Madonna dell’Elemosina nelle piazze Roma e Collegiata. Canti della Corale “Maria SS. del Rosario” di Adrano.